Metrica: interrogazione
33 incipit dei  pezzi solistici d'uscita in Faramondo Venezia, Nicolini, 1699 
   Più crudel negli occhi tuoi
   Spera sì ma di placar
   Son rival, non infedele;
   Chi ben ama ogni altro affetto
   Verrò, crudel, verrò;
   Verrò a prender, volto amoroso,
   Ho da versar quel sangue
   Mor la vita senza il core;
   Entro a quel sen per te,
   A te do l'ultimo amplesso (A Clotilde)
   A' piè d'un re spietato
   Da lo sdegno e da l'amore
   Ho due vite ma cara e gradita
   Dal seren di quegli occhi vezzosi
   Vuoi vedermi il cor trafitto?
   L'alma brilla in sen tranquilla
   Voglio stragi e cerco affetti;
   Voi restate e qui godete (A Clotilde e Adolfo)

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 63