Metrica: interrogazione
72 ottonari in Caio Fabbricio Vienna, van Ghelen, 1729 
   Tanto, o re, no, non fidarti
   Può la sorte abbandonarti;
per chi è grande e per chi è forte. (Sentesi il suono de’ timpani e delle trombe. Pirro ascende sul trono, stando in piedi dall’uno dei lati Cinea e Turio dall’altro)
ma v'è un'ombra ancor d'affanno.
   Quel dolor, Sestia, perché?
ma d'un re, non d'un tiranno. (Parte con Cinea e con Turio)
   L'abbia suo chi 'l puote amar.
   So che è inganno e credo al senso.
   Pirro sei ma un altro Pirro,
   Frigia schiava a lui trar piacque,
   Sale or rupe, or corre in selva.
vuol ch'io taccia e 'l dice amore.
e per me sia tutto amore. (Parte con guardie)

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 8