Metrica: interrogazione
91 ottonari in Mitridate L., Vienna, van Ghelen, 1728 
or qual fia che a più crucciarlo
   Guai per te, se tu sei quella.
   Sarà questo il fin funesto
   Nol volea; ma sono astretto.
   L'augellin posa in quel ramo.
   M'intendesti? Che vuoi far?
no, tradir non lascerò. (Entra in una tenda vicina)
mi ritrassi e sospirai. (Presa per mano Apamea si incammina con essa verso la città e Dorilao entra nelle tende, seguito dai soldati)
   Non dovrei... Fuggirmi, ingrata?
Non dovrei... Lasciarmi in pianto?
   Sì. Vorrei, mio solo amore,
   Dimmi il vero, or che siam soli;
   Di' se piangi il ben che perdi;
svegli a l'armi e intuoni guerra.
svegli a l'armi e intuoni guerra.

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 8