Metrica: interrogazione
12 decasillabi in Venceslao Vienna, partitura 
   Minor pena di un'alma fedele
   Sì sì, godi, che il dolce tuo sposo
potrai lieta nel seno abbracciar.
Quella fede che diedi pietoso,
giusto ancora potrò conservar.
   Sì sì, godo se trovo quel bene
In me torna la gioia e la spene,
se in te amore ritorna e pietà.
   È la corte qual ciel nubiloso
che a riflesso di sol luminoso
si dipinge di vaghi colori.

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 8