Metrica: interrogazione
66 dieresi in Enone L., Vienna, van Ghelen, 1729  (recitativo) 
che dona esperienza; e s'anco nabbia,
Reo sia il cenno, o sia innocente:
e in me rientra e di piacer m'inonda.
Un saggio amico e che non può?...
i letti nuzziali e vi fan nido,
Per anco ignora ella i suoi mali?
Ite, o fidi, ad eseguir miei cenni.
certo da te fu il mio Alessandro...
del regno alla salvezza uccsi il figlio.
Ma in vano. E questo è il grave torto,
in talamo odioso. Io non ho lei,
degl'inni nuzziali il canto eccheggia.
Nozze infausle, infelici, atre, lugubri.
tal la bell'ira, che in voi si accende,
vi fa più fulgidi e più vezzosi.
Sol per chi è reo, perdon si chiede.
Servo infedel, cessa una volta
di sogno femminile, o ambiziosa
Cieli! Ed è vivo il mio germano? (Ad Eurialo)
Niso non obbliamo. A lui si vada,

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 8