Metrica: interrogazione
37 dieresi in Pirro Venezia, Pasquali, 1744  (recitativo) 
di Ellenia andrai, mia regal figlia.
CASSANDRO, ARIDEO e poi CIRO
CASSANDRO, ARIDEO, GLAUCIA e guardie
PIRRO, poi ISMENE da varie parti
Fé non si serba a un traditor.
lascia guidarti al tuo destino.
né mi chieder ragion su’ miei affetti.
Ismene, o prence, a te sen viene.
tu, principessa? E in tale ammanto?
Non v’è chi ascolti. I cenni attendo.
PIRRO con seguito e i suddetti
mia pietade al tuo eccesso. Io ti ridono
   Vieni, o pace, e l’auree chiome

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 8