Sirita, Venezia, Pasquali, 1744

Esemplare consultato: I-Vcg (Poesie, VI, pp. 183-269).

Sono stati mantenuti: Endimion (quadrisillabo), nimico, spene "speme", violento (quadrisillabo) passim; 154 insterilisce, 184 L'aureo trono (quinario accettabile considerando «aureo» trisillabo), 241 Pensieri ambiziosi, io non vi ascolto (accettabile considerando «ambiziosi» pentaisillabo), 331 Ma da cotesto insidioso male (accettabile considerando «insidioso» pentaisillabo), 758 anella "anela", II.8 (svolte le strofe del coro), 1293 spettatrice oziosa. Sirita A qual mi eleggi (accettabile considerando «oziosa» quadriisillabo), 1357 la face nuzial. Tu fa' che ad arte (accettabile considerando «nuzial» triisillabo), 1383 per esser re. Il nascere e il morire (accettabile ipotizzando una dialefe tra «re» e «Il»), 1537 glorioso germoglio (accettabile considerando «glorioso» quadriisillabo).

Sono stati emendati: 224 all'amator infido (non dà senso; indotto da «infido» nel verso successivo)] all'amator fedele, 908 essa rimane inginocchioni] esso rimane inginocchioni (riferito a Ottaro), 1031 f svegliarne] e svegliarne.