Psiche, Venezia, Pasquali, 1744

Esemplare consultato: Poesie, VII, pp. 360-390 (p. 390 numerata erroneamente 360); Catalogo in Poesie:«Festa teatrale cantata in Vienna l'anno 1720, ora per la prima volta stampata»; partitura del 1720: A-Wn, Mus.Hs.17265/1-4 MUS MAG; cfr. Panja Mücke, The primacy of libretto: Zeno's «Atenaide» and «Psiche», in Apologhi morali. Drammi per musica di Apostolo Zeno, a cura di Gaetano Pitarresi, Reggio Calabria, edizioni del conservatorio Francesco Cilea, 2018, pp. 249-266; siccome la cantata non è divisa in scene, i pezzi chiusi risultano tutti di mezzo (cfr. Metrica: posizione dei pezzi chiusi).

Sono stati mantenuti: curioso (quadrisillabo) passim; 99 al suo sguardo (forse da emendare in «al tuo sguardo»), 127-130 (svolta la strofa del coro), 464 cinabbro (in rima con «labbro»), 569-589 e 604-611 (svolte le strofe del coro), 581 Oacre "Oker, fiume della Bassa Sassonia", 595 veranno; Altra licenza 624 sì impaziente e schivo (accettabile considerando «impaziente» pentasillabo), 633-643 (svolte le strofe del coro).

Sono stati emendati: 55 viepp ù[ vieppiù, 591 Isno] Istro.