Ifigenia in Aulide, Vienna, van Ghelen, 1718

Esemplare consultato: I-Mb; pp. 8 n.n. + 72; Catalogo in Poesie: «Vienna, 1714».

Sono stati mantenuti: achetare, giuvenca, sudetto passim; Argomento Ovvidio; 150 stare oziosi. A la gran dea di Cinto (accettabile considerando «oziosi» quadrisillabo), 233 neghitosa, 356 grechi, 372 ubbidiente figlia (accettabile considerando «ubbidiente» pentasillabo), 922 sfaville (in rima con "Achille"), 1005 didascalia abandona, 1053 Invita "Invitta", 1073 fabro, 1121 reggio "regio", 1310 rivvedrò, 1545-1548 (integrato il daccapo cantato da tutto il coro).

Sono stati emendati: 256 Tropo offendi il mio re, troppo il mio duce] Troppo offendi il mio re, troppo il mio duce, 390 Tu rea non lei (non dà senso)] Tu rea non sei, 674 generofo] generoso, 924 Galcante] Calcante, 1113 fcuso] scuso.

È stata omessa l'indicazione del daccapo nell'aria.